Pubblicazioni

Italy chapter in The Merger Control Review - 8° Edizione

The Merger Control Review , settembre 2017

Pdf

Oneri di sistema, quale soluzione normativa?

Nel contribuito che segue l'avvocato Enrico Di Tomaso dello studio Caiazzo Donnini Pappalardo & Associati analizza la recente segnalazione AGCM a Parlamento e Governo sul nodo delle garanzie chieste dai distributori elettrici a copertura del rischio morosità dei clienti finali anche per gli oneri di sistema, soffermandosi in particolare su pro e contro delle due soluzioni prospettate dall'autorità antitrust: un trattamento di tipo fiscale degli oneri sul modello “canone Rai” o una diversa ripartizione dei rischio insolvenza tra i vari soggetti della filiera.
 

Staffetta Quotidiana, settembre 2017

Pdf

Novità in tema di cartolarizzazione di crediti deteriorati

La presente nota reca una prima descrizione e commento delle modifiche alla Legge 130 del 30 aprile 1999 (la “Legge 130”) in corso di discussione in parla-mento (C. 4444). Più in particola-re, il 1° giugno la Camera dei Deputati, nell’ambito del proce-dimento di conversione in legge del Decreto Legge n. 50 del 24 aprile 2017 (c.d. manovrina), ha approvato l’inserimento di un articolo 60-sexies in tema di cartolarizzazione di crediti, che a sua volta introduce un nuovo articolo 7.1 nella Legge 130 e mandato il testo al senato.

Concessione di finanziamenti da parte della SPV
Innanzitutto, ai sensi del comma 2 dell’art. 7.1, le società di cartolarizzazione possono “concedere finanziamenti finalizzati a migliorare le prospettive di recupero dei crediti deteriorati e a favorire il ritorno in bonis del debitore ceduto, nel rispetto delle condizioni previste all’articolo 1, com-ma 1-ter” (si veda l’art. 7.1, comma 2, della Legge 130). La previsione è ripetuta nel comma 3. Tuttavia, in tale comma la disposizione ha un ambito applicativo oggettivo più limitato, in quanto relativo ai soli casi in cui vi sia una procedura di concordato fallimentare, concordato preventivo, accordo di ristrutturazione o concordato con continuità aziendale (senza peraltro espressamente richiamare il rispetto delle condizioni previste all’articolo 1, comma 1-ter) e, sotto il profilo della disciplina legale, si limita a stabilire che in tal caso non si applicano “le disposizioni degli articoli 246 e 2497-quinquies del codice civile”.
Per quanto riguarda, poi la gestione dei crediti ceduti e dei finanziamenti concessi dalle società di cartolarizzazione, si prevede che la stessa sia affidata ad una banca o un intermediario finanziario italiano.
 

Acquisto di partecipazioni da parte delle SPV
In secondo luogo, nel contesto dei piani di riequilibrio economico finanziario concordati con il soggetto cedente o di accordi stipulati ai sensi degli artt. 124, 160, 182 bis e 186 bis della Legge Fallimentare (concordato fallimentare, concordato preventivo, accordi di ristrutturazione e concordato con continuità aziendale), ovvero di analoghi accordi diretti al risanamento o alla ristrutturazione, è concesso alle società di cartolarizzazione di “acquisire o sottoscrivere azioni, quote e altri titoli e strumenti partecipativi derivanti dalla conversione di parte dei crediti del cedente” (art. 7.1, comma 3, della Legge 130).

Reocos
La normativa, inoltre, disciplina quanto già in uso nella prassi, ossia la costituzione di una socie-tà veicolo ad hoc, in forma di società di capitali, avente come oggetto sociale esclusivo “il compito di acquisire, gestire e valorizzare, nell’interesse esclusivo dell’operazione di cartolarizzazione, i beni immobili e i beni mobili registrati nonché gli altri beni e diritti concessi o costituiti, in qualunque forma, a garanzia dei crediti oggetto di cartolarizzazione, ivi compresi i beni oggetto di contratti di locazione finanziaria” (art. 7.1, comma 4, della Legge 130).
La norma precisa che le somme rinvenienti dalla detenzione, gestione o dismissione di tali beni e diritti, dovute dalla reoco costituita ad hoc alla società di cartolarizzazione, sono assimilate ai pagamenti effettuati dai debitori ceduti e sono destinate, in via esclusiva, al soddisfacimento dei diritti incorporati nei titoli emessi e al pagamento dei costi dell’operazione.

Cessioni non in blocco
Ai sensi del comma 6 dell’artico-lo 7.1 della Legge 130, l’efficacia delle cessioni di crediti deteriorati effettuate da parte di banche e intermediari finanziari italiani aventi ad oggetto crediti non individuati in blocco “sono pubblicate mediante iscrizione nel registro delle imprese e pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'avviso di avvenuta cessione, recante indicazione del cedente, del cessionario, della data di cessione, delle informazioni orientative sulla tipologia di rapporti da cui i crediti ceduti derivano e sul periodo in cui tali rapporti sono sorti o sorgeranno, nonché del [n.d.r. probabilmente la preposizione sarebbe sul] sito internet in cui il cedente e il cessionario renderanno disponibili, fino alla loro estinzione, i dati indicativi dei crediti ceduti e la conferma della avvenuta cessione ai debitori ceduti che ne faranno richiesta.”

Newsletter di Zenith Service, luglio 2017

Pdf

Diritto di critica politica - La Cassazione mette la parola fine al contenzioso tra Berlusconi e The Economist

Nota a cura di Edoardo De Carlo, Caiazzo Donnini Pappalardo & Associati

L'articolo "An Italian Story", pubblicato dal magazine nell'aprile 2001 con la copertina "Why Silvio Berlusconi is unfit to lead Italy", costituisce legittimo esercizio del diritto di critica politica.

Il Sole 24 Ore, marzo 2017
Fonte: Il Sole 24 Ore

Pdf

Il Decreto Legislativo di Attuazione della Direttiva EU 104/2014 sulle Azioni per Danni Antitrust

Purpose of the following analysis is to briefly examine the most relevant provisions of Italian Legislative Decree implementing Directive 2014/104/EU on antitrust damages actions with particular regard to the new rules that will be introduced in the Italian legislative framework on private antitrust enforcement (in particular concerning the disclosure of evidence, the binding effect of the decisions of national antitrust authorities, the time limitation rules, the presumption of the recurring of damages in case of cartel infringement).

Rivista Italiana di Antitrust, marzo 2017

Pdf

Garanzie, ora serve un intervento del legislatore

Un'analisi dello studio legale Caiazzo, Donnini, Pappalardo che ha vinto il ricorso di Aiget contro il codice
CADE

Staffetta Quotidiana, febbraio 2017

Pdf

The Merger Control Review - Italy Chapter - 7° Edizione

cid:image008.jpg@01D14712.5F7BB020

The Merger Control Review, ottobre 2016

Pdf

L’obbligo di consolidamento di società non controllate di diritto secondo l’ordinamento italiano

Dirittobancario.it, settembre 2016

Pdf

Chapter on Italy, Cartel Regulation *Riprodotto con il permesso di Law Business Research Ltd.

Law Business Research, settembre 2016

Pdf

Capitolo sull’Italia

The Merger Control Review – sesta edizione, luglio 2015

Pdf

Il Workers Buy-Out: i dipendenti salvano l’azienda

Diritto 24, novembre 2014

Pdf

Regional Developments

International Energy Law Review, novembre 2014

Pdf

La Commissione Europea ritorna sul tema dei Reverse payment settlements

Diritto 24, luglio 2014

Pdf

Il tribunale di Roma non fa sconti ai grandi gruppi industriali in crisi

Diritto 24, luglio 2014

Pdf

Sospensione delle delibere assembleari: alcuni chiarimenti del Tribunale di Firenze, pubblicato su Diritto 24

Diritto 24, ottobre 2013
Fonte: Diritto 24

Newsletter - Diritto dell’Energia

CDP, giugno 2013

Pdf Pdf

La Direttiva sui Gestori di Fondi di Investimento Alternativi (AIFMD): impianto normativo e impatto per l’industria italiana dei fondi

Diritto Bancario, giugno 2013

Pdf